Giuseppe Antonio Cozza

Ingegnere e blogger

Sono nato ad Avellino e vivo in Irpinia. Per passione, ma non solo (lo ritengo un preciso dovere civico!), ho sempre seguito con spirito critico il dibattito politico italiano con un occhio a quanto fatto (e soprattutto NON fatto!) per colmare le varie forme di diseguaglianza, con riferimento anche all’atavico divario che da 150 anni esiste tra il Mezzogiorno ed il resto d’Italia.

L’Italia odierna è un paese spaventosamente impoverito, con disuguaglianze assolutamente inaccettabili:

è diventato un lusso studiare, curarsi, riuscire a trovare uno straccio di impiego. Non è possibile avere giustizia. E non parlo, per carità di patria, del nostro Mezzogiorno ormai completamente nelle mani di capibastone e più in generale della criminalità in tutte le sue varie forme.                         

Qui si ripropone, magari in forme diverse (e credo sia solo una questione di forme!), lo stesso scenario di oltre un secolo fa quando Giuseppe Di Vittorio si poneva alla testa dei braccianti della Puglia per guidarli nelle loro giuste rivendicazioni.

Orbene in questo panorama politico squallido, da troppo tempo popolato da “parlatori”, delinquenti che discutono del possibile governo del paese, affaristi e gattopardi penso che ciascuno di noi abbia il dovere civico di sforzarsi di guardare la nudità dei fatti, coltivando memoria e spirito critico e smettendo finalmente gli occhiali del “tifoso”.

Ecco, a tal fine ogni mezzo capace di stimolare un dibattito ed un confronto “veri” penso restituisca a ciascuno un piccolo spazio di libertà ed un cittadino più libero è sicuramente più esigente e molto meno addomesticabile.

Il blog che presento vuole contribuire a rispondere, sia pure con tutti i limiti, a questo scopo.

Pertanto sarò grato a quanti vorranno interfacciarsi al fine di suscitare un costruttivo dibattito.